martedì 14 luglio 2020

A CODROIPO VOLANO MARTELLI E DISCHI con 3 RECORD ITALIANI PARALIMPICI NELLE CORSE



Prestazioni da incorniciare sulla pista veloce di Codroipo. Al XIV Atletica 2000 Meeting di domenica 12 luglio presenti oltre 270 atleti provenienti da tutta Italia isole comprese.
L'organizzazione ha "militarizzato" l'evento, seguendo un rigido protocollo, pur mantenendo la struttura classica del Meeting. 
Le cose hanno funzionato al meglio tanto che  i 100 e 400 metri di corsa in carrozzina regalano ben tre record nazionali che confortano sulla ripresa agonistica dell'atletica paralimpica post emergenza Covid-19.
Nonostante il forte vento contrario, il bronzo europeo Diego Gastaldi (Sempione 82) conferma il suo costante miglioramento tecnico-prestativo stampando il primato tricolore di 15.83 sui 100 T53, nove centesimi in meno rispetto al precedente del 2018.
Al compagno di squadra Nicholas Zani riesce invece la doppietta per la categoria T33. Nei 100 il giovane atleta di FISPES Academy abbassa il limite assoluto di tre secondi e mezzo (24.12), ma è nei 400 che compie un vero e proprio exploit con la nuova carrozzina correndo 1:19.16 con un miglioramento di ben 26 secondi.
Il primatista italiano Giandomenico Sartor (Veneto Special Sport) si è espresso con un 100 T54 di altissimo livello, che non si è trasformato in record per il forte vento contrario (-2.2 m/s).



Se i risultati paralimpici ci hanno esaltato quelli legati ai "normodotati" ci hanno ripagato completamente del coraggio e fatica organizzativa. Risultati di spessore in particolare nei lanci ma non solo. Vogliamo cominciare con i martellisti Allievi di Vecchiato che finalmente hanno esordito con gli attrezzi della loro categoria. 
Laura Lazzarato, classe 2004, con 61,44 arriva a meno di mezzo metro dal Record della Martinis (61,92 nel 2017) ed i "gemelli" Alessandro Feruglio e Davide Vattolo piazzano rispettivamente 70,19 e 66,46 portandosi al 3° ed al 5° posto regionale all time di categoria Sempre in casa Vecchiato PB per il cadetto Eric Tavano con 56,96 e 52,67 di Isabella Martinis.

Anche il disco, sulla nuova pedana esterna che ha incontrato i favori tutti, non scherza. Giada Andreutti, astro nascente del bob azzurro, non abbandona il primo amore e realizza la miglior prestazione tecnica in assoluto con 51,84 (983 punti). Enrico Saccomano dal canto suo avvicina il Record di 38 cm.con 58,41 ed inanella una serie impressionante di lanci sopra i 57 metri. Valerio Forgiarini, gemonese dell'Assindustria Padova, vince tra gli Assoluti con 52,17, Andrea Vuerich tra gli Allievi con 39,90 ed una piacevole sorpresa ce la riserva la Cadetta di Tarcento, tesserata per la Libertas Majano ed allenata da Paolo Del Toso, Annalisa Micco che con 38,28 va ad inserirsi al 5° posto all time di categoria.



Il Settore salti tiene botta con Simone Biasutti che con 7,39 ventoso e 7,31 regolare precede nel Lungo un Vadym Kalchu in continua evoluzione (7,05), e con il decathleta Lorenzo Modugno che sale a 4,80 nell'Asta. Nel lungo al femminile ennesima vittoria di Anna Costella in una gara con il vento troppo a favore (5,70, 5,65, 5,57 tutti ventosi) su Ester Monaco (5,47 regolare).



Se il vento era fortemente favorevole nel lungo, era ovviamente contrario nei 100 ed è un peccato perché Giorgia Bellinazzi ha corso in 12"00 con - 2.5 davanti alla Zanchetta 12"67. Al maschile si conferma Paolo Messina in 11"06 approfittando di un momento di "bonaccia". Cristiano Giovanatto avanza ancora con 48"78 davanti a Emanuele Brugnizza 49"28 ed ad Agostino Nicosia 49"90 sui 400 mentre negli 800 Donne Irene Vian dell'Atletica Riviera del Brenta con 2'07"09 fa suo il premio della miglior prestazione delle corse.



Nelle gare giovanili le cose migliori sono gli 8"50 di Carlotta De Caro nei 60 Ragazze ed il 10"59 di Alice Beltramini negli 80 Cadette.  

Presente a Codroipo Mario Poletti, tecnico nazionale del settore della corsa in carrozzina che dice: “Dopo mesi di sola preparazione a casa a causa del lockdown, la prima esperienza di attività agonistica ha dato risultati oltre ogni aspettativa, permettendo agli atleti di avere riscontri cronometrici molto positivi e gratificanti. L’auspicio nell’immediato è di poter effettuare ulteriori competizioni per verificare la correttezza nella reimpostazione dei piani di allenamento alla luce di quanto evidenziato in gara”.  

Nessun commento:

Posta un commento

via Friuli 16/b– 33033 Codroipo (UD) - asdatletica2000@gmail.com - www.atletica2000.it