giovedì 26 marzo 2020

SCARICA IL SECONDO GIOCO DELL'ASD ATLETICA 2000!!!




Bimbi, siete pronti per il secondo appuntamento dei Giochi dell'Atletica2000? 🤩


Questo weekend potrete divertirvi con il Memory 🃏..preparate colori 🖍 e forbici ✂ che si inizia a giocare!
A presto, Vittoria 🌻



P.S: non dimenticatevi di mandarmi qualche bella foto mentre giocate con i vostri genitori e fratelli 📸👨👩👧👦

domenica 22 marzo 2020

SCARICA IL GIOCO IL GIOCO DELL'ATLETICA 2000





Cari bimbi, 🤸🏻‍♂🏃

In questi giorni di sole ☀ pensiamo a voi! Ci manca vedervi correre e saltare ! 🐸 Pero’ abbiamo pensato anche che possiamo divertirci a distanza, facendo giochi diversi ogni weekend! ♠️🃏 
Oggi abbiamo preparato un piccolo "gioco dell'oca" 🎲🦢 a tema ATLETICA! Vi basterà un dado e tante pedine quanti saranno i giocatori e....buon divertimento! 😉 


Così potrete passare un pò di tempo.... mi raccomando però: niente salti sul letto o lotta coi fratelli! Presto potremo tornare tutti a giocare! 🏉🏐🎾🏑⛳🥅
Nel frattempo, fate i bravi! Vi mandiamo un abbraccio!

🌈 ASD ATLETICA 2000


P.S.: aspetto qualche vostra foto alla email asdatletica2000@gmail.com per farci vedere come ve la spassate! 📸

sabato 14 marzo 2020

#RestiamoACasaAdesso per #CorrereSaltareLanciarePiùForteDopo

L'ASD Atletica 2000 chiede a tutti di rispettare le regole che il governo nazionale e regionale ti impongono. Ciò è per il bene di tutti e più rispetteremo le regole più velocemete torneremo in pista a #CorrereSaltareLanciarePiùForteDopo

Vi lasciamo con qualche bella foto del meeting dello scorso anno:

















mercoledì 26 febbraio 2020

ASD ATLETICA 2000: PUBBLICAZIONE CONTRIBUTI PUBBLICI ANNO 2019


Con la presente l’Associazione Sportiva dilettantistica Atletica 2000, avente sede in Codroipo in via delle Acacie 6 e C.F. e P.Iva 019181303031 dichiara di aver, per l’anno 2019, ricevuto i seguenti contributi pubblici:

data incasso
 contributo
ente erogatore e motivazione
05/04/2019
          750,00
COMUNE DI CAMINO AL T.contributo per progetto Atletica 2000
12/04/2019
          500,00
COMUNE DI RIVIGNANO TEOR Contributo per attività 2019
29/07/2019
      7.000,00
Regione FVG - contributo per bando manifestazioni paralimpiche
31/07/2019
    13.000,00
Regione FVG - contributo per bando manifestazioni
18/09/2019
          840,00
ISTITUTO COMPRENSIVO DI CODROIPO per progetto Scuola movimento salute
14/10/2019
          750,00
COMUNE DI CAMINO AL T.contributo per progetto Atletica 2000
08/11/2019
      2.000,00
Regione FVG - contributo per bando turismo
13/12/2019
      7.930,00
Regione FVG - contributo per bandoattrezzature fisse
    32.770,00
TOTALE

mercoledì 5 febbraio 2020

CRONACA FOTO E VIDEO DI UN SUCCESSO: #VillaOttelioCrossCountry



L'ASD Atletica 2000 ha partecipato in massa!



Ben  400 ragazzi e ragazze si sono sfidati all'interno del parco di Villa Ottelio Savorgnan per la prime delle tre prove dei campionati di societaà giovanili dell'FVG. La campestre denominata #VillaOttelioCrossCountry è stata organizzata dall'ASD Atletica 2000 in collaborazione con il comune di Rivignano-Teor, il Comitato Villa Ottelio Savorgnan, le pro loco di Rivignano e di Teor.
partenza degli Esordienti B


Grande cornice di pubblico





La gara dei Cadetti è andata al sacilese Lorenzo Zanchetta impostosi con un notevole distacco al cividalese Erik Martincigh ed all'udinese Simone Martina. Nelle Cadette vince la favorita Beatrice Vattolo del Malignani che alla fine ha dovuto però resistere al ritorno della coriacea Martina Mcdowell dell'Atletica Dolomiti friulane di origi neozelandesi ma residente a Montereale. A seguire il duo di Porcia composto da Frida Sartor ed Elena Bruno. Sorpresa nei Ragazzi con il nostro miglior velocista di categoria Leo Domenis che si è preso il lusso di battere Tommaso Gerbec della Trieste Atletica e Jacopo Concina della Moro Paluzza. Domenica prossima lo vedremo sui "suoi" 60 dove il triestino nato nel Mali avrà modo di sprigionare tutta la sua potenza. Tutto come previsto nelle Ragazze con Carlotta De Caro del Malignani che fa il vuoto sin dalle prime battute e si impone alla palmarina Linda Minigutti ed alla cordenonese Ingrid Blaj.



le danze del tempo aspettando le premiazioni

Il Comitato Villa Ottelio Savorgnan ha curato le visite alla Villa e l'intrattenimento con danza e musica rinascimentale. Vi aspettiamo nel 2021!!!!

Video dell'evento:
Il programma START di Telefriuli ha dedicato un ampio spazio alla manifestazione dal minuto 1' al 10', il tutto è apprezzabile al link: https://www.telefriuli.it/trasmissioni_detail/4.aspx

Foto dell'evento: https://photos.app.goo.gl/GhZWiS6XD3PiKdzXA

Risultati: http://www.fidal.it/risultati/2020/REG22696/risultat.htm

mercoledì 15 gennaio 2020

RIPARTONO I CORSI DI PSICOMOTRICITA' PER I NATI NEL 2017-16-15-14

CORSI DI PSICOMOTRICITA' 3-5 anni

 Risultati immagini per bambino felice
Gli psicomotricisti Stefano Ferro ed Federica Goia, specializzati in psicomotricità, attraverso il metodo Acutourie, rafforzano e stimolano la crescita psichica e motoria dei bambini.

A Codroipo - partenza ad Ottobre
presso la palestra delle scuole elementari di via Friuli:
il Sabato dalle 10.30 alle 11.30 – 4 anni (nati nel 2015) - a partire dal 25 Gennaio
il Sabato dalle 9.15 alle 10.15 – 5 anni (nati nel 2014) - a partire dal 25 Gennaio

presso la palestra della scuole materna di via IV Novembre:
il Sabato dalle 10.30 alle 11.30 – 3 anni (nati nel 2016) - a partire dall'8 Febbraio
il Sabato dalle 9.15 alle 10.15 – 2 anni (nati nel 2017) - a partire dall'8 Febbraio 

Per ulteriori info: asdatletica2000@gmail.com  ; cell. 333-1067589


tutti gli altri corsi: CORSI ATLETICA 2000




LA PRATICA PSICOMOTORIA
cos’è, finalità,  obiettivi specifici e operativi

La Psicomotricità, pratica rivolta ai bambini da 0 a 6/7 anni, parte dall’assunto che ogni individuo è principalmente un “essere psicomotorio” (B. Aucouturier). Fin dalla nascita, infatti, prima di esprimersi attraverso il linguaggio, il bambino si esprime attraverso il movimento; il gioco in particolare è l’espressione spontanea più importante del bambino appartenente a questa fascia d’età. La pratica psicomotoria è un’attività prevalentemente di gioco che ha come obiettivo fondamentale l’aiuto del bambino nel suo normale percorso di sviluppo, tramite delle situazioni che gli permettono di esprimere i propri vissuti e rielaborare le proprie emozioni e le naturali difficoltà che incontra in questo periodo della sua vita, in un’area di gioco con la presenza rassicurante dell’adulto.
Le finalità della Pratica Psicomotoria sono:
  • favorire la maturazione e il piacere di pensare
  • favorire le relazioni del bambino con gli altri (rispetto dell’altro, senso di appartenenza al gruppo, collaborazione, capacità di progettazione)
  • aiutare e prevenire situazioni di disagio infantile
Più nello specifico, gli obiettivi sono:
  • favorire lo sviluppo della funzione simbolica attraverso il piacere di giocare, agire e creare
  • favorire lo sviluppo del processo di rassicurazione in ordine alle paure funzionali e naturali del bambino (naturali in quanto momenti di difficoltà che il bambino incontra nel crescere, nelle varie tappe dello sviluppo, funzionali in quanto il bambino attraverso le difficoltà e le frustrazioni trova le strategie per superarle)
  • favorire la capacità di decentrarsi, rispetto alle emozioni e rispetto al sé e al non sé.

Gli obiettivi operativi di un percorso di pratica psicomotoria sono, e devono esserlo, fissati in base alle caratteristiche e ai bisogni delle diverse (3, 4 e 5 anni).
Il bambino di tre anni è un essere sensoriale che ha la necessità di manipolare per conoscere, di sperimentare il mondo attraverso il proprio corpo ed il proprio movimento ed aprirsi così alla comunicazione. Il proprio “io” andrà a consolidarsi tramite le sue esperienze, possibili solamente tramite il coinvolgimento del proprio corpo, l’unica maniera possibile per il bambino di rivolgersi verso l’esterno. Affinché il bambino possa sperimentare è necessario che l’insieme dell’ambiente che gli si propone si lasci modificare, che ci sia quindi la possibilità per lui di accedere a sempre nuove esperienze.
Durante la seduta sarà cura dell’operatore dare un senso alle azioni del bambino tenendo presente quali sono i suoi bisogni. Pertanto, per i bambini di tre anni, saranno sostenute e osservate le attività sperimentate dai bambini in merito a:
-          i giochi di rassicurazione profonda: cadute, salti, distruzione, costruzione, spostamenti sia a terra che in piedi; riempire e svuotare, apparire e scomparire, disequilibrio, rotolamenti, pressioni attraverso il materiale, rotture toniche.
-          il piacere del movimento controllato (piacere sensomotorio): equilibri, salire, scendere, arrampicarsi, lanciare, trasportare oggetti.
-          il gioco simbolico (che per il primo periodo sarà pre-simbolico)
-          la rappresentazione (ultima parte della seduta). Il bambino sarà in grado di sperimentare la costruzione con i legni, il modellare, il disegnare.




Il bambino di quattro anni si trova in una fase intermedia, in un periodo in cui è coinvolto nell’esperienza tramite il suo corpo ma in cui, nello stesso tempo, va consolidandosi rapidamente il proprio “io”, la rappresentazione di sé diventa sempre più cosciente, il suo movimento si fa via via più sicuro e consapevole. E’ in un momento di “onnipotenza”, in cui egli ritiene che tutto sia possibile: appare sempre più spesso la provocazione, la sfida verso tutto ciò che gli sta attorno, compreso l’adulto. In questo periodo il bambino prova “fino al limite”.
Il bambino di questa età ha bisogno di un ambiente che gli dia sicurezza tramite il riconoscimento. Durante la seduta sarà compito dell’operatore creare le condizioni affinché  il bambino abbia la possibilità di soddisfare i propri bisogni per raggiungere un obiettivo importante di questa età: l’apertura alla comunicazione, che diventa un indice di maturazione e di avvenuto inizio del percorso che porterà il bambino verso la tappa del decentramento. Saranno sostenute le attività in merito a:
-          i giochi di rassicurazione profonda: distruzione – costruzione, spostamenti, il salto, caduta, disequilibri, lo sprofondare, pressioni, dondolii.
-          il piacere del movimento controllato (piacere sensomotorio): saltare, arrampicarsi, salire, scendere, tirare, spingere, capovolgersi, avvolgersi per scomparire e poi riapparire, strisciare proni e supini, passare dal materiale duro al materiale morbido, ricerca dell’equilibrio.
-          il gioco simbolico: assunzione di ruoli, uso simbolico degli oggetti, ripetitività dell’uso simbolico degli oggetti e dell’assunzione dei ruoli, creazione simbolica di spazi, possibilità di usare il materiale adeguato all’età ed ai principi della pratica psicomotoria.
-          nel momento della rappresentazione i bambini di quattro anni potranno sperimentare la costruzione don i legni, la pittura e il disegno, il modellare, il verbalizzare.

Il bambino di cinque anni è un essere in cui è iniziata una vera e propria maturazione affettiva. E’ ora in grado di sopportare momenti di attesa e di proiettare in un tempo futuro il suo desiderio. La sua maturazione gli permette la creazione di immagini mentali e tramite queste la capacità di sopportare e colmare la “perdita” (temporanea) dell’oggetto di piacere. Sta raggiungendo l’importante tappa del decentramento: è in possesso di una buona rappresentazione di sé e quindi riconosce l’altro come differente da sé. Può conoscere i dati del mondo esterno, della realtà che lo circonda, dell’oggetto, dello spazio e del tempo. Ha le potenzialità di accedere alle associazioni, ai paragoni, all’analisi e alla sintesi.
Durante la seduta, le possibilità e i bisogni verranno soddisfatti e consolidati tramite le esperienze di:
-          piacere sensomotorio: cadute, costruzioni e distruzioni, spostamenti, ricerca di equilibrio e disequilibrio in tutte le sue forme, il salto, la corsa, arrampicarsi, tirare ed essere tirati dall’altro tramite l’oggetto.
-          il gioco simbolico: uso simbolico dell’oggetto che assume diverse configurazioni e si adegua alla “storia” che il bambino sta vivendo; creazione simbolica di spazi.
-          la distanziazione – rappresentazione: costruzione con i legni, pittura, ritaglio e incollatura, disegno, giochi con regole, verbalizzazione.

via Friuli 16/b– 33033 Codroipo (UD) - asdatletica2000@gmail.com - www.atletica2000.it