martedì 21 luglio 2020

ATLETICA 2000 - TUTTI I CORSI DA SETTEMBRE - PALESTRE ALL'APERTO


L’ASD Atletica 2000, per gestire situazione legata a COVID-19, ha pensato di cogliere la palla al balzo ed organizzarsi con le PALESTRE ALL’APERTO proponendo a bambini, ragazzi e adulti tutte le attività che ha sempre promosso, in rispetto alle regole vigenti, legandosi sempre più al rapporto con la natura ed il territorio. Inoltre, invece di proporre i corsi in un periodo temporale, proponiamo un numero minimo di lezioni recuperabili nel caso di condizioni atmosferiche avverse.

Noi ci siamo!!! Vi aspettiamo con le preiscrizioni a partire da agosto!

 

CORSI DI PSICOMOTRICITA' NEL BOSCO 3-5 anni

Gli psicomotricisti Stefano Ferro, Federica Goia ed Elena Bello, specializzati in psicomotricità, attraverso il metodo Aucoutourier, rafforzano e stimolano la crescita motoria e psicologica dei bambini.

L’attività si svolgerà presso la pista di atletica (Polisportivo comunale) tra il mese di Settembre e Giugno con 30 lezioni. Ci sarà  una pausa nei mesi di Dicembre, Gennaio e Febbraio

il Sabato dalle 10.30 alle 11.30 – 4 e 5 anni (nati nel 2015 e 2016)

il Sabato dalle 9.15 alle 10.15– 3 anni (nati nel 2017 e 2018)

Per ulteriori info: asdatletica2000@gmail.com  ; cell. 333-1067589

Scarica i moduli di iscrizione da questo link: moduli iscrizione Atletica 2000

PER I BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA 6-10 anni

L'Attività motoria per i bambini delle scuole elementari mira a sviluppare tutte le capacità motorie del bambino attraverso il gioco, elemento fondante a quest'età per migliorare gli schemi motori di base ed il sistema delle regole. Il bambino viene accolto in un ambiente creato a sua misura tanto da poter vivere l'attività più come un gioco che come sport agonistico. Nei centri di Codroipo, Bertiolo e Rivignano -Teor operano Vittoria Parisi, Francesca Zanello e Massimiliano Ghiro.

L’attività si svolgerà presso la pista di atletica tra il mese di Settembre e Giugno con 45 lezioni. Ci sarà una pausa nei mesi di Dicembre e Gennaio.

A Codroipo presso il Polisportivo comunale, entrata da via delle Acacie n°6, il Lunedì e il Giovedì (GRUPPO 1) e il Martedì e Venerdì (GRUPPO 2) sempre dalle 16.30 alle 17.30

A Rivignano presso il Polisportivo comunale in via Falduz il Martedì e il Giovedì dalle 16.15 alle 17.15

A Bertiolo presso le scuole elementari di Bertiolo il Mercoledì dalle 16.00 alle 17.00

Per ulteriori info: email: asdatletica2000@gmail.com 

Codroipo cell. 333-9554482; 333-1067589

Rivignano-Teor e Bertiolo cell. 338-6642213; 333-2627844

Scarica i moduli di iscrizione da questo link: moduli iscrizione Atletica 2000


AVVIO ALL'ATLETICA LEGGERA a partire da 11 anni

Si tratta della continuazione e dello sviluppo degli schemi motori del corso di attività motoria; rispettando la fase di crescita del ragazzo vengono proposte le varie discipline dell'atletica tendendo non ad una specializzazione ma all'incremento delle abilità motorie che sono state fin d'ora acquisite.

Diventa fondamentale la preparazione pre-atletica che consente un rafforzamento generale del fisico del ragazzo.

Vengono proposte tutte le discipline dell'atletica (corse, salti, lanci) con un supporto tecnico e psicologico qualificato con gli allenatori Francesca Zanello, Cinzia Cristin, Max Ghiro, Michele Picogna e Filippo Giavon nei centri di Codroipo e Rivignano-Teor I corsi partono a Settembre a Codroipo e a Ottobre a Rivignano-Teor.

L’attività si svolgerà presso la pista di atletica tra il mese di Settembre e Giugno con 45 lezioni.

A Codroipo il Lunedì e il Venerdì dalle 18.00 alle 19.30 al polisportivo comunale presso la pista di atletica

A Rivignano i lunedì ed il mercoledì dalle 16.45 alle 18.15 per i ragazzi delle scuole medie e per i più grandi.  Presso il Polisportivo (pista atletica) in via Falduz.

Per ulteriori info: email: asdatletica2000@gmail.com 

Codroipo cell. 333-1067589

Rivignano-Teor  cell. 338-6642213; 333-2627844

Scarica i moduli di iscrizione da questo link: moduli iscrizione Atletica 2000


ATLETICA LEGGERA – SPECIALIZZAZIONE  a partire dai 14 anni

Dopo i 15 anni si può cominciare a specializzare il ragazzo in una o più discipline atletiche mirando al raggiungimento del risultato che atleta ed allenatore si pongono.

Ogni specialità ha le proprie modalità di allenamento; in proporzione all'età l'allenamento diventa quantitativamente e qualitativamente più importante.

L'Atleta ha a sua disposizione allenatori qualificati che lo motivano e lo seguono durante tutto l'anno sportivo: Marc Mantoani, Gloria Ava, Ennio Fabris, Cornelio Giavedoni.

Per ulteriori info: asdatletica2000@gmail.com  ; cell. 333-1067589

L’attività si svolgerà presso la pista di atletica sia di Codroipo che di Rivignano-Teor durante tutto l'anno in funzione della disponibilità degli allenatori

Scarica i moduli di iscrizione da questo link: moduli iscrizione Atletica 2000

martedì 14 luglio 2020

XIV ATLETICA 2000 MEETING - TUTTE LE FOTO



Tutte le foto del XIV ATLETICA 2000 MEETING le trovate al link:


Grazie a tutti!

A CODROIPO VOLANO MARTELLI E DISCHI con 3 RECORD ITALIANI PARALIMPICI NELLE CORSE



Prestazioni da incorniciare sulla pista veloce di Codroipo. Al XIV Atletica 2000 Meeting di domenica 12 luglio presenti oltre 270 atleti provenienti da tutta Italia isole comprese.
L'organizzazione ha "militarizzato" l'evento, seguendo un rigido protocollo, pur mantenendo la struttura classica del Meeting. 
Le cose hanno funzionato al meglio tanto che  i 100 e 400 metri di corsa in carrozzina regalano ben tre record nazionali che confortano sulla ripresa agonistica dell'atletica paralimpica post emergenza Covid-19.
Nonostante il forte vento contrario, il bronzo europeo Diego Gastaldi (Sempione 82) conferma il suo costante miglioramento tecnico-prestativo stampando il primato tricolore di 15.83 sui 100 T53, nove centesimi in meno rispetto al precedente del 2018.
Al compagno di squadra Nicholas Zani riesce invece la doppietta per la categoria T33. Nei 100 il giovane atleta di FISPES Academy abbassa il limite assoluto di tre secondi e mezzo (24.12), ma è nei 400 che compie un vero e proprio exploit con la nuova carrozzina correndo 1:19.16 con un miglioramento di ben 26 secondi.
Il primatista italiano Giandomenico Sartor (Veneto Special Sport) si è espresso con un 100 T54 di altissimo livello, che non si è trasformato in record per il forte vento contrario (-2.2 m/s).



Se i risultati paralimpici ci hanno esaltato quelli legati ai "normodotati" ci hanno ripagato completamente del coraggio e fatica organizzativa. Risultati di spessore in particolare nei lanci ma non solo. Vogliamo cominciare con i martellisti Allievi di Vecchiato che finalmente hanno esordito con gli attrezzi della loro categoria. 
Laura Lazzarato, classe 2004, con 61,44 arriva a meno di mezzo metro dal Record della Martinis (61,92 nel 2017) ed i "gemelli" Alessandro Feruglio e Davide Vattolo piazzano rispettivamente 70,19 e 66,46 portandosi al 3° ed al 5° posto regionale all time di categoria Sempre in casa Vecchiato PB per il cadetto Eric Tavano con 56,96 e 52,67 di Isabella Martinis.

Anche il disco, sulla nuova pedana esterna che ha incontrato i favori tutti, non scherza. Giada Andreutti, astro nascente del bob azzurro, non abbandona il primo amore e realizza la miglior prestazione tecnica in assoluto con 51,84 (983 punti). Enrico Saccomano dal canto suo avvicina il Record di 38 cm.con 58,41 ed inanella una serie impressionante di lanci sopra i 57 metri. Valerio Forgiarini, gemonese dell'Assindustria Padova, vince tra gli Assoluti con 52,17, Andrea Vuerich tra gli Allievi con 39,90 ed una piacevole sorpresa ce la riserva la Cadetta di Tarcento, tesserata per la Libertas Majano ed allenata da Paolo Del Toso, Annalisa Micco che con 38,28 va ad inserirsi al 5° posto all time di categoria.



Il Settore salti tiene botta con Simone Biasutti che con 7,39 ventoso e 7,31 regolare precede nel Lungo un Vadym Kalchu in continua evoluzione (7,05), e con il decathleta Lorenzo Modugno che sale a 4,80 nell'Asta. Nel lungo al femminile ennesima vittoria di Anna Costella in una gara con il vento troppo a favore (5,70, 5,65, 5,57 tutti ventosi) su Ester Monaco (5,47 regolare).



Se il vento era fortemente favorevole nel lungo, era ovviamente contrario nei 100 ed è un peccato perché Giorgia Bellinazzi ha corso in 12"00 con - 2.5 davanti alla Zanchetta 12"67. Al maschile si conferma Paolo Messina in 11"06 approfittando di un momento di "bonaccia". Cristiano Giovanatto avanza ancora con 48"78 davanti a Emanuele Brugnizza 49"28 ed ad Agostino Nicosia 49"90 sui 400 mentre negli 800 Donne Irene Vian dell'Atletica Riviera del Brenta con 2'07"09 fa suo il premio della miglior prestazione delle corse.



Nelle gare giovanili le cose migliori sono gli 8"50 di Carlotta De Caro nei 60 Ragazze ed il 10"59 di Alice Beltramini negli 80 Cadette.  

Presente a Codroipo Mario Poletti, tecnico nazionale del settore della corsa in carrozzina che dice: “Dopo mesi di sola preparazione a casa a causa del lockdown, la prima esperienza di attività agonistica ha dato risultati oltre ogni aspettativa, permettendo agli atleti di avere riscontri cronometrici molto positivi e gratificanti. L’auspicio nell’immediato è di poter effettuare ulteriori competizioni per verificare la correttezza nella reimpostazione dei piani di allenamento alla luce di quanto evidenziato in gara”.  

mercoledì 1 luglio 2020

XIV ATLETICA 2000 MEETING - 12 LUGLIO 2020



L’Associazione sportiva dilettantistica Atletica 2000 con il patrocinio del Comune di Codroipo ed il consenso della F.I.D.A.L.  e della F.I.S.P.E.S. organizza il

TEST DI ALLENAMENTO CONTROLLATO (TAC)

denominato

XIV ATLETICA 2000 MEETING – 12 LUGLIO

ALPE ADRIA ATHLETIC LEAGUE

                                                                                        

 

Polisportivo comunale di Codroipo Via Circonvallazione Sud 96



 

 

REGOLAMENTO

Con l’approvazione del Comitato Regionale della Fidal, l’A.S.D. Atletica 2000 organizza il Test di allenamento controllato denominato XIV ATLETICA 2000 MEETING – Alpe Adria Athletic League, aperto alle categorie R/C/A/J/P/S M/F. Il regolamento della manifestazione si adegua alle direttive della Fidal. Il meeting è sanzionato come internazionale per la Fispes.


La partecipazione al TAC è sottoposta al Protocollo anti Covid-19 redatto dall’ASD Atletica 2000 su indicazione delle misure governative, regionali e della Fidal. Il TAC è a porte chiuse ovvero l’accesso è consentito agli atleti iscritti, ai tecnici societari, allo staff dell’ASD Atletica 2000, ai GGG FVG e ai dirigenti della Fidal nonché agli ospiti legati al protocollo delle premiazioni.  Il non rispetto delle procedure previste e la mancata consegna degli allegati implica l’impossibilità di accedere al Polisportivo

 

PARTECIPAZIONE gare A/J/P/S/master maschili e femminili:

MASCHILI: 100m - 400m - 800m - Salto in Lungo - Asta - Martello - Disco

FEMMINILI: 100m - 400m - 800m - Salto in Lungo - Asta - Martello - Disco

Ci/e: 80m – Asta - Martello

Ri/e: 60m 

FISPES: 100m - 400m - 800m - Salto in Lungo e Disco SU INVITO

 

PREMI ai primi 3 risultati J/P/S del MEETING, suddivisi per gruppi di specialità sulla base delle tabelle di punteggio Fidal:

Gruppo corse (100-400-800) M/F:

300,00 € 1° posto, 200,00 € 2° posto; 100,00 € 3° posto

Gruppo salti (asta-lungo) M/F:

300,00 € 1° posto, 200,00 € 2° posto; 100,00 € 3° posto

Gruppo lanci (disco-martello) M/F:

300,00 € 1° posto, 200,00 € 2° posto; 100,00 € 3° posto

 

FISPES

100,00 € per ogni record italiano

Verranno inoltre premiati con medaglia i primi 3 atleti per ogni gara

DISPOSITIVO: clikka al link http://fvg.fidal.it/calendario/14-Atletica-2000-Meeting/REG23969 e scarica l'autocertificazione

ISCRIZIONI:

On-line entro Venerdì 10 Luglio alle ore 20.00 conferma in Segreteria almeno 60’ prima di ogni singola gara

Le iscrizioni terranno inoltre conto di tali modalità:

·         massimo 60 partecipanti maschili e 60 femminili per ogni disciplina di corsa (la graduatoria dei partecipanti verrà stilata in funzione del PB 2019)

·         massimo 15 partecipanti maschili e femminili per i concorsi (la graduatoria dei partecipanti verrà stilata in funzione del PB 2019)

I GGG definiranno una start list il giorno precedente al meeting pubblicandola sul sito della federazione regionale.

L’organizzazione, in accordo con i GGG, si riserva di inserire atleti locali o che non hanno la possibilità di iscriversi on-line (atleti stranieri o atleti appartenenti alla società organizzatrice).

domenica 21 giugno 2020

CENTRI SPORTIVI DIFFUSI 6-11 ANNI AD ARIIS DI RIVIGNANO-TEOR



PARTONO I CENTRI SPORTIVI DIFFUSI PER LE SCUOLE MEDIE



A partire dal 5 luglio

E' l'occasione per provare le discipline dell'atletica leggera dai salti (lungo, alto, triplo, asta) ai lanci (peso, disco, martello, giavellotto) alle corse veloci e di resistenza con o senza ostacoli. Il tutto grazie tecnici preparati e capaci di farti divertire. Assieme all'attività sportiva proponiamo dei laboratori quali Murale, Organizziamo una festa, l'Orto sinergico... insomma ce n'è per tutti i gusti!

info:
email asdatletica2000@gmail.com
cell. 333-1067589

martedì 26 maggio 2020

ATLETICA E' LIBERTA'! racconto di Antonella Inga #restiamouniti



Avete mai provato a correre bendati su un rettilineo? Non avere alcun riferimento visivo per un vedente è un'esperienza molto impegnativa. Si perde letteralemente il controllo e la coordinazione, non si riesce a seguire la linea retta, ci si toglie dopo pochi metri la benda.
Obbligati a non vedere si devono acuire gli altri sensi, così migliora poco alla volta l'equilibrio, la capacità di controllare i movimenti, la reattività ma... senza una guida tutto ciò non è possibile!
Antonella e Giulia. Antonella si muove con gli occhi di Giulia come se i due corpi fossero un tutt'uno. Giulia ha imparato che la vista di Antonella è profonda perché vede oltre non vedendo, va nel profondo. Nella realtà entrambe sono guide ed entrambe sono guidate. Tutte due inseguono ala linea, fisica o immaginaria, del traguardo.

Matteo Tonutti
D.S. ASD Atetica 2000

Atletica per me ha sempre significato libertà. Ho iniziato a correre all’età di nove anni nel gruppo sportivo del mio paese brianzolo. Adoravo gli allenamenti con gli ostacoli, il salto della corda, il lungo. La sensazione di rimanere sospesa per aria anche se per pochissimi secondi mi faceva sentire leggera, svincolata da qualsiasi contatto fisico. Solo l’aria e il mio corpo. Trovavo fantastiche queste sensazioni e me ne innamorai facilmente.

Decisi che, dopo il basket, la danza e il nuoto avevo finalmente trovato lo spazio che più mi rappresentava e mi faceva star bene, e che non l’avrei mai lasciato.

E così feci, anche quando i medici mi diagnosticarono una malattia genetica rara della vista che avrebbe lentamente rubato nitidezza alle immagini. Travolta dallo sconforto appesi per qualche tempo le scarpette al chiodo incapace di affrontare le difficoltà emotive e fisiche che la perdita di vista mi sottoponeva.

Poi conobbi la Fispes, e la pista fu di nuovo sotto i miei piedi,., con una aggiunta: un cordino e Giulia.

Ci siamo conosciute un anno fa, quando ho iniziato ad aver bisogno di una guida per continuare a praticare la mia più grande passione. Lei, ex ostacolista, aveva smesso di allenarsi da qualche tempo e non riuscendo ad abbandonare totalmente l’atletica decise di offrire i suoi occhi per condividere insieme a me le emozioni della corsa.

Due modi di correre diversi, lei una falcata ampia, io più frequente. Due braccia che quindi dovevano coordinarsi, precise ed efficaci perché il rettilineo è breve e la sintonia è fondamentale

Impegno, costanza, tenacia e sorriso. Allenamento dopo allenamento abbiamo scoperto di essere legate oltre che da un cordino da un’amicizia sincera e da una fiducia reciproca che ora ci rendono inseparabili.

Quando le dissi che eravamo state invitate a partecipare al Golden Gala nel giugno 2019, dall’altra parte del telefono lei fu incapace di trattenere un grido di gioia. E da quell’annuncio fino al giorno in cui varcammo la pista dello stadio olimpico, lei non smise di ripetermi il suo motto ”non dire gatto se non ce l’hai nel sacco!”. Non voleva credere che fosse vero partecipare a quell’evento non come spettatrice abituale, ma come atleta.

Insieme all’entusiasmo però anche tanta preoccupazione e tanti dubbi... correvamo insieme da solo un mese e molti erano i dettagli tecnici da sistemare. La partenza dai blocchi, la coordinazione, l’attenzione sul traguardo perchè io fossi più avanti di lei.

Così nelle settimane precedenti alla nostra prima gara, sotto l’occhio attento di Elisa, la nostra allenatrice, abbiamo concentrato tutte le energie nel tentativo di perfezionare al massimo in quei pochi giorni, tutte le imperfezioni del caso.

Prima di partire alla volta di Roma, un’unica raccomandazione da parte di Elisa: “Pensate solo a correre veloci, il resto viene da sé!”

Elisa per me un esempio, tenace, tosta, sempre proiettata oltre le difficoltà, incredibilmente pronta alla risoluzione dei problemi, una super allenatrice e una super donna, che ci diede la carica per affrontare con il giusto atteggiamento quella prima sfida.

Allo sparo quindi lasciammo da parte tutti i timori determinate a dare del nostro meglio e a divertirci.

Tagliammo il traguardo per prime, registrando il personale sui 100 metri, il risultato di un trio tutto al femminile che ci diede la carica per affrontare la stagione agonistica appena iniziata. Io e Giulia ci scambiammo i pettorali per scrivere dietro una dedica in ricordo della nostra prima gara insieme e mi emozionai particolarmente alle parole di Giulia “Grazie per avermi regalato un sogno”.

Ne fui colpita. Lei ringraziava me. Fui contenta e al contempo sollevata di aver ricompensato il suo prezioso aiuto, la sua presenza silenziosa ma indispensabile che mi facevano sentire in debito.

Credo che questo sia il ricordo più bello che mi porto di quella sera, l’insegnamento che Giulia inconsapevolmente mi diede con il suo inaspettato ringraziamento: la reciproca riconoscenza per la condivisione di momenti ed esperienze che l’una dona all’altra.

Giulia mi dice spesso che conoscendo l’atletica paralimpica ha conosciuto un’atletica nuova, che non aveva mai considerato, con dei valori aggiunti preziosi: il condividere gli allenamenti, l’adrenalina della gara, la fatica, il traguardo, le sconfitte, gli errori.. Lei non ha mai considerato l’atletica come uno sport individuale, ma da quando corre come guida ha rafforzato ancor di più questa sua convinzione ed è bello sapere, che anche chi fa da guida possa provare emozioni forti, al pari dell’atleta con cui sta correndo.

Non so se mi sono spiegata bene, a volte il fatto di aver bisogno di un braccio per camminare, di una persona che ti aiuti ti fa credere di essere costantemente in difetto, in debito per la generosità e l’attenzione che ti stanno dedicando. Invece ti accorgi che anzitutto chiedere aiuto non è qualcosa di negativo e che senza saperlo dai la possibilità all’altro di conoscere qualcosa di nuovo, dove magari trova spazio un lato nuovo di sé.

Giulia non sapeva cosa volesse dire guidare un atleta ipovedente, e il fatto di averlo scopertole sta dando la possibilità di continuare a praticare la sua più grande passione sotto un’altra luce, nuova e arricchente, e di questo ne sono immensamente felice.

Antonella Inga

via Friuli 16/b– 33033 Codroipo (UD) - asdatletica2000@gmail.com - www.atletica2000.it