martedì 28 giugno 2016

KRISTYAN FALCON A 2,01 mt

E' passata poco più di una settimana dai campionati italiani allievi, dove il nostro Kristyan si è classificato quinto con il PB di 1,97, ma nella sua mente la barriera dei 2,00 mt è rimasta una fissa!


La prima occasione utile per abbattere il muro si è presentata al meeting di Sacile dove era presente anche il secondo classificato agli italiani, Ruzza Francesco della Biotekna Marcon, vincitore, tra le altre del meeting di Codroipo nell'alto.

Il tecnico Giorgio Ietri che lo accompagna in collaborazione con il guru Chessa (allenatore di Alessia Trost e Desireé Rossit prossime olimpioniche a Rio) era convinto che l'evoluzione tecnica del gesto di Kristyan e la sua caparbietà l'avrebbero portato a superarsi ed a superare la fatidica barriera.

Andiamo alla cronaca della gara: immacolata la progressione nei primi tre salti: 1,79, 1,89, 1,95 saltati alla prima, mentre Ruzza parte con 1,85, poi 1,91 e alla terza prova passa l'1,97. A questa quota rimangono solo loro due.
Con tre tentativi a disposizione Kristyan prova subito il 2,01 ed alla seconda prova supera l'asticella mentre Ruzza chiude con tre nulli.

Kristyan fa alzare l'asticella a 2.05 e, uno dei tre tentativi, sembra quasi riuscito. Quel quasi che ci fa rimandare il tentativo alla prossima gara!

Unico rimpianto: questa misura fatta una settimana prima avrebbe decretato il podio agli italiani... ma la carriera è lunga!!

Matteo Tonutti

CORRERE E CAMMINARE INSIEME - I FEEL GOOD - DAL 30 GIUGNO!!!

OGNI GIOVEDI' ALLE 20.45 A PARTIRE DAL 30 GIUGNO
POLISPORTIVO COMUNALE VIA CIRCONVALLAZIONE SUD



Il gruppo I Feel Good - Chei di Codroip nasce dalla volontà di trovarsi settimanalmente per camminare o correre assieme e "curarsi" attraverso il movimento.
Ovvero mettersi in modo e consumare le calorie in eccesso che il logorio della vita moderna ci porta ad accumulare. Siamo ispirati dalle teorie del medico Ciro Antonio Francescutto che sul sito www.curaticonstile.it consiglia a tutti di muoversi per prevenire OBESITA', DIABETE, IPERTENSIONE.
A Codroipo il ritrovo è fissato ogni Giovedì alle 20.45, a partire dal 30 Giugno, presso il parcheggio del Polisportivo comunale sito in via Circonvallazione Sud.
Utilizzeremo come percorsi quello che di meglio abbiamo a Codroipo: il parco delle Risorgive e le strade sterrate e le ciclabili che ruotano attorno a Villa Manin, Rivolto e Lonca.
Questo gruppo è SPONTANEO e NON ORGANIZZATO e vive della gioia di libera partecipazione. Nei percorsi che prevediamo di affrontare si potrà correre e/o camminare secondo le proprie propensioni e possibilità.
Sono gradite TORCE e LAMPADE FRONTALI
Per Info:   
Gruppo whatsapp di I feel good-kei d Codroip Cell. 349/6006960

Proposta percorsi
1) Percorso Parco delle Risorgive - 5 km circa
Partendo dal Polisportivo comunale entriamo all'interno del Parco delle Risorgive da via Circonvallazione Sud, proseguiamo fino alla biforcazione dove sarà possibile affrontare in senso antiorario l'anello del parco e poi ritornare al Polisportivo - PER TUTTI


2) Percorso Parco delle Risorgive - Villa Manin - 10 km circa
Partendo dal Polisportivo comunale entriamo all'interno del Parco delle Risorgive da via Circonvallazione Sud, proseguiamo fino alla biforcazione dove sarà possibile affrontare in senso antiorario l'anello, usciremo dal nuovo ponte che dal Parco porta a Villa Manin e imboccheremo, attraversando via Molini, la strada sterrata che porta nei pressi di Villa manin. Giunti in Villa, dopo aver eseguito il percorso sterrato attorno alle esedre, imbocchiamo la strada sterrata che dall'uscita della Villa porta di nuovo in Villa Manin, rientriamo nel parco delle Risorgive per poi ritornare al Polisportivo - PER I PIU' ALLENATI

IMPORTANTE!
Ognuno è responsabile di se stesso e deve muoversi in funzione delle proprie capacità, l'obiettivo è star bene attraverso il movimento. E' importante RISPETTARE LE REGOLE DELLA STRADA!

lunedì 27 giugno 2016

I NOSTRI MASTER SONO BRONZEI!

Un gruppo molto affiatato!!
Cinque anni fa a o giù di lì, nessuno di noi tra i dirigenti avrebbe mai pensato di creare in così poco tempo un movimento di runners così interessante.



il Fac-Totum Franco Castellani
Il piccolo-grande presidente Piergiorgio Iacuzzo


Merito di questo va prima di tutto a Franco Castellani che ci ha creduto dal principio, poi al Piergiorgio Iacuzzo e non ultima (anche perché prima per cavalleria) la mitica coach Micaela Bonessi.

Annarosa Toffoli più lanciata che mai!
Stante così le cose ad oggi abbiamo 83 tesserati  Fidal (12 donne e 71 maschi) e sia coi maschi che con le donne quest'anno abbiamo agguantato il terzo gradino del podio in Coppa Friuli con, ciliegina sulla torta, il terzo posto in classifica generale dell'english teacher Annarosa Toffoli.
La strada è segnata, si tratta di percorrerla e ripercorrela al fine di creare un solco così profondo da rimanere nella storia!

Ecco l'elenco dei nostri master:
Coach Bonessi si distingue tra i suoi runners!

PASQUALINI KATIA SF
OLERNI MARTINA SF35
RADO BARBARA SF35
PIVIDOR ANGELA SF40
RAPRETTI CHIARA SF40
SCOLLO ANGELA SF40
COLAUTTO LAURA MARIA SF45
GREGORIS NICLA SF45
MARCHESAN CRISTINA SF45
PAULUZZI MONICA SF45
VIDONI NICOLETTA SF45
VENIER MARA SF50
TOFFOLI ANNAROSA SF55
CAMPEOTTO LUCA SM
DI VALENTIN FABIO SM
FATTORI EMILIANO SM
MANAZZONE DENIS SM
PANDOLFI ANTONIO SM
PAPAIS STEFANO SM
SELVAZZO STEFANO SM
VIGUTTI MICHELE SM
BENCIVENGA GIACOMO SM35
COMAND GIANFRANCO SM35
COSTANTINI ALAN SM35
COZZARINI DENIS SM35
DI LORENZO STEFANO SM35
FORMISANO ANTONIO SM35
LEGNAME ROSARIO SM35
LOMBARDO LEONARDO SM35
PASTORETTO LUCA SM35
PRATURLON PAOLO SM35
PRESSACCO SIMONE SM35
URBANI GABRIELE SM35
BOVO DENIS GUIDO SM40
BRAGAGNOLO LORIS SM40
DE MARCO GENNARO SM40
DOMENIS FABRIZIO SM40
DRIUSSI DANIELE SM40
INFANTI MARCO SM40
LANT FABIAN SM40
POLINI FRANCESCO SM40
ROSSET DANIELE SM40
SEBASTE GIUSEPPE SM40
TION RAFFAELE SM40
TONUTTI MATTEO SM40
TORRESIN LUCA SM40
ZANON STEFANO SM40
ZORATTI IVAN SM40
ANEDDA FABIO SM45
BORGO GIANNI SM45
GHETTI CORRADO SM45
LIANI STEFANO SM45
MARIOTTI ROBERTO SM45
MASOTTI IVAN SM45
MAURO IVO SM45
MESTRONI LUCA SM45
MICHELUTTI GIACOMINO SM45
NICOLINI ALESSANDRO SM45
OLIVA SIMONE SM45
SANT FRANCO SM45
TUBARO RENATO SM45
BASALDELLA MARCO SM50
CAPPELLARI GIOVANNI SM50
COLAVITTI MARCO SM50
COLLAVINI SERGIO SM50
D'ANGELA LORENZO SM50
FIORAVANZO ANDREA SM50
GIAVEDONI ENDI SM50
IACUZZO PIERGIORGIO SM50
MOLARO RODOLFO SM50
MORO FAUSTO SM50
PARON CLAUDIO SM50
REVOLDINI STEFANO SM50
SCIALPI CLAUDIO SM50
STELITANO GIANNI SM50
URLI DONATO SM50
BULFON CLAUDIO SM55
LESCHIUTTA ENRIQUE SM55
PELLEGRINI SILVANO SM55
SAVORGNANI TIZIANO SM55
CASTELLANI FRANCO SM60
MORETTIN GIUSEPPE SM60
SAPPA ADRIANO SM60

lunedì 20 giugno 2016

KRISTYAN FALCON BRILLA AI CAMPIONATI ITALIANI ALLIEVI



Brilla in alto la stella del nostro Kristyan Falcon... non a caso la disciplina in cui si cimenta è proprio il salto in alto!
Siamo a Jesolo ai Campionati italiani allievi e Kristyan, che il sabato ha passato brillantemente le qualificazioni rientrando nei primi dodici (quota di qualificazione a 1,89 m), inizia la propria domenica con una gara dai toni agonistici molto elevati.

Entra in gara all'1,85m che passa senza difficoltà così come la misura successiva, un errore al 1,95, ma alla seconda passa tranquillamente.

ad affrontare la quota successiva, l'1,97 m, rimangono 9 atleti. Kristyan la passa al primo tentativo; L'1,97 è record personale!!

Sono ancora 7 gli atleti in corsa per le medaglie. Kristyan sbaglierà tutti e tre i tentativi alla quota di 1,99m e risulterà 5° in Italia!

A 1,99 ci sarebbe stata la consacrazione con il podio agli italiani... ma siamo sulla buona strada!

Ai campionati era presente anche Filippo Giavon nella gara delle 2000 siepi, la recente tonsillite non gli ha permesso di esibirsi ai sui livelli, per lui rimane la prima esperienza ai campionati italiani... potrà rifarsi.
Ci rammarichiamo dell'assenza, causa infortunio, di Costanza Donato, sicura finalista nei 100hs e di Alberto de Ma
rco che nei 400mt, pur essendo il primo in regione, non è riuscito per 2 decimi a cogliere il minimo per la partecipazione ai campionati!


domenica 19 giugno 2016

LA STORIA DI LUCA MESTRONI ATLETA CON LA SCLEROSI MULTIPLA

Vi presentiamo Luca Mestroni, atleta paralimpico dell'ASD Atletica 2000, affetto dalla sclerosi multipla.




E' Lui che ci racconta la propria emozionate storia di vita su come si possa gestire una dura e difficile malattia ed esser esempio di vita per tutti noi:

 
"Dieci anni di sclerosi multipla e non sentirli. Beh, non è esattamente la verità!
 
 Era l'anno dei Mondiali di calcio in Germania.L'Italia lo avrebbe vinto e io passavo le giornate tra mille dubbi e preoccupazioni. Quando scopri di avere questa malattia le tue aspettative future non si prefigurano tanto rosee. Non conoscevo nessuna persona con questa malattia e non conoscevo con precisione che manifestazioni portasse. Poi ti colleghi a internet, navighi un po' e ti cade il mondo addosso!
 
Questo mondo ti travolge ancora di più quando si manifestano le ricadute che, nel mio caso, sono state piuttosto cupe e destabilizzanti. Per uno come me, appassionato di vita all'aria aperta, di sport e di lunghe camminate in montagna, subire dei blocchi totali alle gambe che sono durati un paio di mesi e che si ripresentavano con puntualità ogni 7-8 mesi, è stato psicologicamente provante e opprimente. 
Fortunatamente queste défaillance fisiche sono pian pianino rientrate anche se hanno lasciato, ogni volta, dei leggeri strascichi. 
Mi sentivo come l'antennina di una chiocciola che si ergeva continuamente ma doveva ritirarsi repentinamente traumatizzata perché un bambino dispettoso sopra di lei era pronto, ogni volta, a schiacciarla con il suo ditino. Faccio questo paragone perché da piccolo, questo giochino, l'ho fatto diverse volte anch'io! 
 
Da "giovane" (di anni ne ho 46) giocavo a calcio. Facevo lo stopper. Tecnicamente piuttosto scarso per i piedi poco gentili sopperivo a questa lacuna con la grinta e determinazione e più il centravanti da marcare era forte maggiore foga agonistica ci mettevo. Ecco! Decisi di comportarmi nei confronti di questa malattia che mi sono trovato di fronte con questo approccio, reminiscenza del mio passato sportivo. Cercai cure alternative (ce ne sono parecchie e pure efficaci) impegnandomi e documentandomi e cominciando a compiere piccole imprese sportive. Come percorrere in solitaria i 220 km del tratto della Via Francigena da Fidenza a Lucca, scavalcando gli Appennini in dieci giorni. 
 
Le ricadute cominciarono a portarmi via energia ma, in ogni caso, cercavo di fare movimento ogni giorno. Azzeccai una buona cura e le energie, piano piano, tornarono in me. Il giorno di Capodanno del 2013, in una bella mattinata soleggiata, venni a Codroipo per correre la simpatica NUMAR1NING e feci la conoscenza di Franco Castellani che mi coinvolse e convinse a presentarmi al campo sportivo il mercoledì successivo. Di lì a poco mi iscrissi all'Atletica 2000 e cominciai ad allenarmi con costanza sotto la sapiente conduzione di Micaela bonessi. All'epoca della diagnosi non mi sarei mai aspettato di iscrivermi sette anni dopo ad una squadra di atletica! Non dissi a nessuno della mia malattia perché notavo che correvo alla pari, se non addirittura meglio, di altri miei compagni. Feci tre maratonine (il mio record personale lo feci a Udine con un tempo di poco superiore a 1 h e 32 m) ma la mia passione divenne il correre in montagna. Quell'anno corsi la JamaRun sul Carso, la Sky Race della Carnia, la Cross Road Run a Valdobbiadene, il Chilometro Verticale della Val Resia (ascesa sotto l'ora) per terminare con la Transpelmo. Tutte gare con piazzamenti molto dignitosi e gratificanti. 
 
Nel 2014 continuai ad essere iscritto con l'Atletica 2000 ma non potei dedicarmi alla corsa come l'anno precedente. Questioni di cuore mi portarono spesso e volentieri, nei fine settimana, verso le nebbie del mantovano dove, vicino all'argine del Po, abitava Federica. Purtroppo in quell'anno ebbi anche una recidiva della malattia e ci misi qualche mese a rimettermi in carreggiata. La forma fisica non era quella degli anni precedenti per via degli allenamenti mancati ma, comunque, appena possibile partecipavo alle marce domenicali con uno spirito maggiormente ludico e meno competitivo. Questo fino a tutto il 2015. Poi smisi di andare verso l'argine del Po perché Federica, finalmente, decise di venire con me in Friuli. Allora ebbi di nuovo spazio e tempo per allenarmi  meglio. Qualche mese fa lessi delle imprese del campione paralimpico "nostrano" Luca Campeotto e decisi di approfondire la possibilità di iscrivermi di nuovo con l'Atletica 2000 che cura, promuove e sostiene anche gli atleti con disabilità. 
 
E così sono di nuovo tornato a fare parte di questa compagine atletica grazie anche all'interessamento di Matteo Tonutti. Mi ritengo piuttosto fortunato perché la maggior parte di altre persone con la mia malattia non riesce a fare quello che sto facendo io a livello di sport ma penso anche che con  la determinazione, l'ottimismo e un pizzico di follia si possa ovviare un po' alle limitazioni della sclerosi multipla. Noi malati viviamo perennemente con uno zainetto addosso. A volte è leggero e sopportabile, in altre situazioni ti taglia le spalle e ti appesantisce fino allo sfinimento. 
 
Il 1° giugno su invito di Atletica 2000 ho gareggiato a Codroipo in pista sui 5.000 metri nella MezzoFondo Party. Sono arrivato buon ultimo ma ci ho messo l'anima nell'affrontare quei giri di pista! Più dignitosa la mia presenza nel Trail dei Cramars di Vinaio, lo scorso 12 giugno. 19° all'arrivo (su oltre cento partecipanti) dopo 24 km in montagna e 1.200 metri di dislivello da superare. Gli ultimi 3 km (pur in discesa) sono stati devastanti ma, sul fil di lana, ho recuperato forze inattese e nascoste sprintando e superando il concorrente montanaro che mi precedeva di pochi metri nelle ultime battute della corsa. 
 
Sono ritornato e voglio rimanerci il più possibile!"
 
 Luca

domenica 12 giugno 2016

EUROPEI PARALIMPICI: LUCA CAMPEOTTO 4° NEI 400 mt

Luca all'arrivo dei 400 mt
Con grande emozione mi accingo a scrivervi per informarvi di questo risultato. Luca Campeotto, il nostro Runner Paralimpico, ai Campionati Europei che si stanno svolgendo Le in Italia a Grosseto, è riuscito nell'impresa di agguantare il quarto posto nei 400 mt e a limare il record italiano cat. T43 portandolo a 1'01"61.

Ecco la classifica dei finalisti:





Le dichiarazioni a caldo di Luca: “Un'emozione unica, non pensavo di farcela. In call room ho avuto mal di stomaco, ma sono partito. Ho cercato di stare dietro a Emanuele (il terzo arrivato anch'esso italiano Ndr.), che mi ha dato la forza di arrivare fino alla fine”.


Da parte dell'ASD Atletica 2000 cresce ancora l'orgoglio e la volontà di spingerlo a continuare con questa tenacia, Rio de Janeiro e le paralimpiadi si avvicinano un po' di più, anche se la strada è lunga... ma noi ci crediamo!

E ci credono il tecnico Serena Rovere, la fisioterapista Mara Venier ed io stesso che da Direttore Tecnico si questa piccola associazione sto ricevendo dai nostri piccoli e grandi atleti un sacco di emozioni!

Grazie!


Matteo Tonutti

lunedì 6 giugno 2016

2 PODI AI CAMPIONATI REGIONALI ASSOLUTI DI GORIZIA

Oltre al record italiano paralimpico di Luca Campeotto registriamo due ottime prestazioni di due nostri allievi capaci di salire sul podio degli assoluti.

Filippo Giavon, reduce dalla caduta ai regionali di categoria nei 2000 siepi che gli è costata il primo posto (è pur giunto secondo!), ha provato per la prima volta i 3000 mt con le siepi ottenendo un ottimo terzo posto regionale con 10'44"77



Kristyan Falcon finalmente esce con una prova convincente, con 1,95 e tre tentativi a 1,99mt agguanta il secondo posto regionale!! Dai Kristyan che ci siamo!!!!

Il prossimo week end vi sarà anche la prima uscita in rappresentativa provinciale, in quel di Marostica, di alcuni nostri atleti della categoria ragazzi-e: Davide De Faveri, Alessandro De Marco, Nef Stelitano e Maria Castellani!

 Forza ragazzi!!!

RECORD ITALIANO PER LUCA CAMPEOTTO!!!!!

Luca Campeotto ha stabilito a Gorizia il nuovo limite italiano nei 400 mt paralimpici nella categoria T43 (amputati ad entrambe gli arti inferiori). 

Per la coach Serena Rovere il miglioramento era nell'aria viste le ultime ottime prove al X° Meeting nazionale di Codroipo dove si è migliorato di un secondo sui 100 mt.

Anche nei 400 mt. il miglioramento è stato netto, il record italiano ora è 1'01"83, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento!

L'atleta sarà impegnato il prossimo week end a Grosseto in nazionale ed affronterà di nuovo il giro di pista ai Campionati Europei paralimpici


Siamo tutti con lui e speriamo nel primo sub 1'00"00 !!!!
 Dall'ASD Atletica 2000 un ringraziamento all'atteta, a Serena Rovere, l'allenatrice, e alla fisioterapista Mara Venier.


Vuoi sapere chi è Luca Campeotto? guarda il video presentazione Luca Campeotto


domenica 5 giugno 2016

Martedì 7 Giugno inizia la GINNASTICA ALL'APERTO al Polisportivo comunale

ATTENZIONE!!
Con Martedì 7 Giugno dalle 19.15 alle 20.15
ogni martedì e giovedì
per tutto il mese di Giugno e Luglio
inizia la GINNASTICA ALL'APERTO al Polisportivo comunale
Puoi passare durante l'orario del corso e
chiedere di iscriverti direttamente alla docente
Cinzia Cristin (cell. 320-3589149)
Oppure puoi scriverci a questa email  asdatletica2000@gmail.com

costa solo 20,00 euro al mese!!!
(+10,00 euro se non hai già la tessera sociale)
COSA SI FA:

- MOBILITA' ARTICOLARE
- TONIFICAZIONE
- STRETCHING
Ti aspettiamo

venerdì 3 giugno 2016

RISULTATI DEL X° MEETING NAZIONALE CITTA' DI CODROIPO

Il 2 giugno, in condizioni meteo non ottimali, si è svolto il X° Meeting nazionale Città di Codroipo. i risultati di punta sono stati inficiati dalla temperatura rigida e dalle corsie e pedane bagnate.

Abbiamo comunque assistito a prestazioni eccezionali grazie alla presenza di atleti della nazionale croata e slovena, nonché alcuni tra gli atleti migliori della nostra regione, del Veneto e del Trentino-Alto Adige.

Ecco i migliori risultati tecnici. Su tutti brilla la stella della croata Andrea Ivancevic che con 11"58 ha regolato lo sprint nei 100 metri femminili (atleta con un PB sui 100 da 11.30 e da 12"87 sui 100hs!!!!).










400 metri tutti d'un fiato per Anita Banovic, già regina del meeting 2015, che si è imposta con 54"21; al maschile Vince Zeljko (accreditato di un ottimi 45"67) fa suo il giro della morte in 47"19.

al centro Anita Banovic

Le emozioni sul giro di pista non finiscono qui, infatti i 400hs femminile preda per Ilaria Vitale della Libertas Friul palmanova che si accredita con un buon 59"02 davanti a Spinello Gioi Fiamme Oro Padova che conclude la prova in 1'01"58.

Ilaria Vitale

Anche i 400hs maschili ci portano un lotto di partecipanti molto interessante: tre atleti concludono la loro prova sul filo dei 53". La spunta PESTIC Filip dell'AK Zagabria in 53"01 su OMERADZIC Sandi (Slovenia) e RUZIC Mateo ( Ak Zagabria)

Il lungo femminile è denso di colpi di scena, le attrici protagoniste sono la slovena Ude Nika che sfodera un ultimo salto da 6,02 mt a seguito dello stimolo ricevuto da Elisa Zanei, Valsugana Trentino, che aveva appena stampato un 5,95 mt!

Segnaliamo le vittorie nei 100 mt del regionale Alessandro Iurig in 10"79, di JURJEVIC Marin nei 110hs in 14"70, di Nicla Mosetti nei 100hs in 14"17 e di PRUGOVECKI Marko nel salto in lungo con 7,20 mt


In chiave casalinga ricordiamo la bella prova di Luca Campeotto, prossimo agli Europei paralimpici di Grosseto, in 13"48.

Tutti i risultati al link: http://www.fidal.it/risultati/2016/COD5515/Risultat.htm

Le foto di Luca Snaidero al link: http://www.snaidero.fvg.it/

5° POSTO PER MATEUSZ AI GIOCHI DELLA GIOVENTU' A ROMA!

In contemporanea con le nostre manifestazioni a Codroipo, si sono svolti i Giochi della Gioventu' nazionali in quel di Roma.
ASD Atletica 2000 è stata degnamente rappresentata da Lis Mateusz Blanchini che, dopo aver vinto agevolmente la fase provinciale e regionale si è confrontato con i migliori saltatori in alto della penisola in rappresentaza di tutte le regioni italiane
stadio dei marmi - Roma

Mateusz ha passato le fasi di qualificazioni, svoltesi allo stadio dei marmi, ed è giunto in finale, che si disputava allo stadio olimpico.

Non è bastato migliorarsi per salire sul podio, ma l'atleta ha comunque conseguito un ottimo quinto posto con la misura di 1,70 mt. a soli 3 cm dal podio!

Ecco la classifica completa al link: http://www.fidal.it/risultati/2016/COD5938/Gara026.htm








































































































































































via Friuli 16/b– 33033 Codroipo (UD) - asdatletica2000@gmail.com - www.atletica2000.it